Movimentazione Manuale dei Carichi: Il Metodo NIOSH e l'Indice NIOSH - Peso Limite Raccomandato - Software OSTools

Movimentazione Manuale dei Carichi Metodo OCRA Check List OCRA MAPO Ergonomia NIOSH REBA RULA - Software OSTools
Movimentazione Manuale dei Carichi Metodo OCRA Check List OCRA MAPO Ergonomia NIOSH REBA RULA - Software OSTools
Movimentazione Manuale dei Carichi Metodo OCRA Check List OCRA MAPO Ergonomia NIOSH REBA RULA - Software OSTools
Movimentazione Manuale dei Carichi Metodo OCRA Check List OCRA MAPO Ergonomia NIOSH REBA RULA - Software OSTools














Valid HTML 4.01 Transitional CSS Image

Movimentazione Manuale dei Carichi: il Metodo NIOSH e l'Indice di Sollevamento Frammisto


Versione Demo Gratuita
Movimentazione Manuale dei Carichi Metodo OCRA Check List OCRA MAPO Ergonomia NIOSH REBA RULA - Software OSTools
La valutazione dell'Indice di rischio per il sollevamento manuale di carichi non è sempre applicabile nella sua forma semplice. Molto spesso ci si imbatte in compiti complessi che sono composti da azioni di sollevamento che risultano tra loro differenti, anche se solo per alcuni parametri. È questo il caso tipico dei compiti composti.
In tali circostanze è assolutamente necessario valutare i contributi dei singoli compiti nella valutazione del rischio complessivo a cui è sottoposto il lavoratore. L'indicatore del rischio da valutare sarà allora l'Indice di Sollevamento Composto (ISC), che a sua volta si differenzierà in Indice di Sollevamento Composto per compiti Frammisti (ISCF) ed Indice di Sollevamento Composto per compiti Sequenziali (ISCS).
Un esempio tipico di compito frammisto è quello di un addetto al magazzino di un supermercato che debba scaricare delle scatole da un pallet su uno scaffale. In tal caso, supponendo ad esempio che il peso delle scatole sia sempre lo stesso, varierà l'altezza iniziale del movimento e anche la dislocazione verticale. Come appare evidente in tal caso, non sarebbe possibile valutare il rischio utilizzando l'Indice di Sollevamento semplice, perché non sarebbe realmente rappresentativo della complessità del compito e del rischio a cui il lavoratore è esposto. In generale, l'Indice di Sollevamento Composto sarà dato dall'Indice di Sollevamento del compito più gravoso, incrementato dei contributi degli altri compiti.
Il software OSTools permette di effettuare una analisi completa dell'Indice di sollevamento secondo le direttive previste dal documento NIOSH ed in accordo con le disposizioni del legislatore italiano in materia di fascia di popolazione protetta. Oltre alle funzionalità di calcolo dell'Indice di Sollevamento Semplice, OSTools permette di inserire un insieme di dati accessori utili per l'archiviazione dell'analisi e per le simulazioni. OSTools permette infine la produzione dei documenti di certificazione del rischio in automatico. I documenti sono anche personalizzabili con un normale editor di testi.
I valori richiesti per il calcolo dell'Indice di Sollevamento, dovranno essere desunti direttamente dalla osservazione del compito effettuato dall'operatore. Ad esempio, per la valutazione del peso massimo sollevato si dovrà procedere al peso di ciascuna tipologia di carico sollevato e determinare il peso massimo. Per la determinazione del peso medio si dovranno determinare i pesi di ciascuna categoria di carico sollevato ed effettuarne la media.

Movimentazione Manuale dei Carichi: calcolo dell'Indice di Sollevamento Frammisto del Metodo NIOSH


Prima di calcolare l'indice ISCF, è necessario che tutti gli indici IS che concorrono nel calcolo dell'indice composto siano stati inseriti, utilizzando la procedura descritta a proposito degli indici ISLa valutazione dell'Indice di Sollevamento Composto per compiti Frammisti prevede una fase di pre-analisi nella quale devono essere determinati alcuni parametri essenziali al calcolo. In particolare, il parametro più complesso da valutare nel calcolare l'ISCF è quello relativo alla frequenza degli atti di sollevamento dei singoli oggetti. I restanti parametri, che richiedono calcoli complessi e laboriosi, sono calcolati in automatico dal software OSTools al momento della immissione dei dati per il calcolo dell'Indice di Sollevamento.
Poste queste premesse, il calcolo dell'ISCF deve essere effettuato secondo i seguenti passi.

Passo 1 - Calcolo delle Frequenze di Sollevamento per ciascun sottocompito

Questa attività prevede di eseguire i passi precedentemente descritti per il calcolo della frequenza di sollevamento di ciascun sottocompito che compone l'attività.

Passo 2 - Calcolo del PRIF per ciascun sottocompito

Il calcolo del Peso limite Raccomandato Indipendente dalla Frequenza (PRIF) per ciascun compito è calcolato in automatico dal software OSTools al momento della immissione dei dati per il calcolo dell'Indice di Sollevamento di ciascun sottocompito. Pertanto non è necessario effettuare alcun calcolo aggiuntivo al momento della valutazione del PRIF.In linea generale la valutazione del PRIF deve essere effettuata come per il calcolo del Peso limite Raccomandato (PR) ponendo ad 1 (uno) il valore del Fattore di Frequenza (FF).

Passo 3 - Calcolo del PR per ciascun sottocompito

Anche il calcolo del Peso limite Raccomandato (PR) per ciascun compito è calcolato in automatico dal software OSTools al momento della immissione dei dati per il calcolo dell'Indice di Sollevamento di ciascun sottocompito. In linea generale la valutazione del PR deve essere effettuata come da procedura standard, avendo cura di porre come frequenza degli atti di ciascun sottocompito quella calcolata con il metodo precedentemente descritto.

Passo 4 - Calcolo dell'ISIF per ciascun sottocompito

Il calcolo dell'Indice di Sollevamento Indipendente dalla Frequenza (ISIF) per ciascun compito è calcolato in automatico dal software OSTools al momento della immissione dei dati per il calcolo dell'Indice di Sollevamento di ciascun sottocompito. In linea generale la valutazione dell'ISIF si effettua dividendo il Peso Massimo (Pmax) sollevato in quel compito per il corrispondente PRIF.

Passo 5 - Calcolo dell'IS per ciascun sottocompito

Il calcolo dell'Indice di Sollevamento (IS) per ciascun compito è calcolato in automatico dal software OSTools al momento della immissione dei dati per il calcolo dell'Indice di Sollevamento di ciascun sottocompito. In linea generale la valutazione dell'IS si effettua dividendo il Peso Medio (Pmed) sollevato in quel compito per il corrispondente PR.

Passo 6 - Riordinare i compiti per IS decrescente

In questa fase bisogna ordinare i vari sottocompiti in ordine decrescente di IS. Il sottocompito con IS maggiore sarà il primo mentre l'ultimo sarà quello con IS minore.Anche questa attività è svolta in automatico dal software OSTools.

Passo 7 - Calcolare l'ISCF

Il calcolo dell'ISCF deve essere effettuato con la seguente formula:

ISCF = IS1 + Σ ΔISIF2-n
dove IS1 è l'IS massimo e il termine Σ ΔISIF2-n è dato dalla formula:

Σ ΔISIF2-n = [ISIF2 *(1/FF1+2 - 1/FF1)] + ... + [ISIFn *(1/FF1+2+...+n - 1/ FF1+2+...+(n-1))]

 

Numero Verde e Contact Center
 
OSTOOLS NELLE PUBBLICAZIONI
ostools dossier ambiente lavoro 89-2010


LE MINI GUIDE ON LINE

SOFTWARE OSTOOLS
Scarica gratuitamente la demo del Software OSTools
 
dinamometro DIN ERGO 81-08 pro
      flyer seminario Dinamometro DIN ERGO 81-08 PRO


THOMAS WATERS a Roma
Con la partecipazione straordinaria di THOMAS WATERS autore del Metodo NIOSH
IN COLLABORAZIONE CON
NIOSH DART



www.liftingindex.com